Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • #6372
    padita
    Membro
      Up
      0
      Down
      ::

      vorrei rivolgervi una domanda forse sciocca, ma che potrebbe aiutarmi a tentare di risolvere un mio problema.
      Non potrei assumere statine perchè provocano l’aumento del CPK.
      Devo però assumerle e quindi il dosaggio è quello minimo SIMESTAT 5.
      Mi chiedo:
      – quanto tempo devo attendere per capire se la cura ha effetto ?
      – associare una o 2 compresse di ARMOLIPID PLUS può accelerare i tempi ed avere un effetto migliore?
      – ci sono controindicazioni ?

      le ultime analisi hanno evidenziato:
      – ves 12
      – ast transaminasi 39
      – alt ” 46
      – CPK 334
      – colesterolo 250
      – HDL 52
      – LDL 171
      – trigliceridi 152
      Vi ringrazio per l’attenzione ed attendo la vostra risposta.

      PS l’ortopedico mi ha prescritto una visita internistica per cercare di capire le cause dell’aumento del CPK che sembra essere indipendente dalle statine, anche se in passato l’assunzione di statine si è sempre accompagnata ad un aumento del cpk. Che ne pensate?

      #12672
      carter
      Moderatore
        Up
        0
        Down
        ::

        Per aiutarti nei tuoi problemi servirebbero dei chiarimenti:
        – le analisi di cui mandi gli esiti le hai fatte mentre assumevi statine? se si, quale statina e che dosaggio?
        – fai abitualmente sttività fisica o svolgi un lavoro fisicamente impegnativo?
        – hai dolori scheletrici?
        – perchè devi necessariamente assumere statine? hai altri fattori di rischio cardiovascolare?
        – quanti anni hai?
        Comunque, il simestat da 5 mg NON è affatto la statina più “leggera”, soprattutto nei confronti del metabolismo epatico e muscolare, anzi! Abitualmente, nei soggetti che non possono assumere altre statine, si ricorre alla fluvastatina o alla lovastatina, meno “invasive”(anche se meno efficaci) delle altre, OPPURE (in alternativa e NON in associazione) agli integratori com l’armolipid plus (dose abituale 1 cp la sera).
        L’intervallo di tempo necessario ad evidenziare gli effetti terapeutici e collaterali di questi farmaci è di 60-90 giorni, ma se non associati a dieta opportuna, qualunque farmaco è molto poco efficace anche a lungo termine.

        Ciao!

        #2163
        carter
        Moderatore
          Up
          0
          Down
          ::
          #12673
          musicmagic
          Membro
            Up
            0
            Down
            ::

            In perfetto accordo con quanto scritto, aggiungo che per ‘dieta opportuna’ s’intende, primo tra tutti eliminare i dolci (a parte quelli composti da solo zucchero tipo alcuni tipi di caramelle). il valore di colesterolo (250) a mio avviso si può egregiamente trattare con l’integratore Armolipid plus a patto di severa costanza e, come detto dieta.

            #12674
            fox
            Membro
              Up
              0
              Down
              ::

              buonasera,
              avrei una domanda da rivolgere…spero qualcuno possa darmi un chiarimento perchè seguito la visita medica periodica che ho fatto oggi un dubbio mi assale…
              La mia dottoressa curante da piu di un anno mi ha prescritto a seguito di esami dove risultava un livello di colesterolo oltre il limite il medicinale Armolipid Plus,alla mia diretta domanda se potevo continuare a bere il Danacol, che già assumevo, la dottoressa rispondeva:ti piace? ho risposto di si e a quel punto mi ha detto di continuarlo a bere perchè sul lungo termine poteva avere effetti positivi.
              Dopo più di un anno di terapia e almeno altri 3 controlli, oggi, la sostituta della mia dottoressa( assente perchè in ferie ) mi ha fatto alcune domande per capire un po di piu’ sulle mie abitudini, e mi ha appositamente chiesto se assumevo danacol con armolipid plus. La mia risposta scontata è stata certo al che lei è impallidita e mi ha detto che è un errore gravissimo associare i due “prodotti”.
              A chi devo credere, ho fatto quindi un anno di terapia a vuoto?
              Grazie

              #12675
              carter
              Moderatore
                Up
                0
                Down
                ::

                Sarebbe molto interessante sapere le motivazioni dell'”orrore” mostrato dalla dottoressa per l’associazione di due integratori dietetici che certo non possono avere alcuna interferenza fra loro nè tantomeno produrre effetti meno che positivi nell’organismo!

                Prova a chiederglielo, come sempre è l’unico modo per capire le reali motivazioni (se esistono in questo caso!) di affermazioni a dir poco superficiali e non scientifiche!

                Ciao!

              Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
              • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.