Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
  • Autore
    Post
  • #12095
    depayns
    Membro
      Up
      0
      Down
      ::

      Buonasera,

      ho fatto gli esami del sangue perchè è da un anno che prendo la pillola.

      Le trascrivo i risultati:

      EMOCROMO
      conteggio globuli bianchi 5060 /mmc (4500-9000)
      conteggo globuli rossi 4.64 mlioni/mmc (4.00-5.80)
      dosaggio emoglobina 13.50 g/dl (12.00-18.00)
      ematocrito 38.50 % (37.00-50.00)
      determinazione MCV 83.10 fL (82.00-98.00)
      determinazione MCH 29.10 pg (27.00-32.00)
      determinazione MCHC 35.00 g/dl (32.00-36.00)
      distribuzione volume RBC 13.30 % (11.50-14.50)
      globuli rossi ipocromici 0.7 %

      CONTEGGIO PIASTRINE 327 migliaia/mmc (150-400)

      FORMULA LEUCOCITARIA
      neutrofili 50.10 % (40.00-75.00)
      linfociti 39.30 % (20.00-45.00)
      monociti 5.40 % (0.00-10.00)
      basofili 0.30 % (0.00-2.00)
      eosinofili 2.30 % (0.00-6.00)
      LUC (elementi diversi) 2.60 % (0.00-5.00)

      EMOCROMO IN CITRATO
      CONTEGGIO PIASTRINE 327 migliaia/mmc (150-400)

      INR 0.94 normale 0.8-1.3
      PTT 27.40 sec (22.00-35.00)
      PTT Ratio 0.92 (0.80-1.20)

      ANTITROMBINA III 113 % (80-130)

      GLICEMIA 0.67 g/l (0.60-1.10)

      COLESTEROLO <b>338</b> mg/dl inf. a 200

      HDL 72 mg/dl F sup. a 50

      TRICLICERIDI <b>218</b> mg/dl (50-170)

      OMOCISTEINA 12.3 mcmoli/l (3.7-13.9)

      Premesso che la stessa pillola qualche anno fa mi fece alzare i livelli di colesterolo totale fino a 297 mg/dl poi smettendo d prendere la pillola il mio colesterelo era tornato nella norma anche se ci sono voluti mesi e dieta.
      Prima di iniziare a prendere la pillola il mio colesterolo totale era pari a 210 mg/dl.
      Cosa succede ora?
      I livelli che mi hanno trovato adesso sono veramente preoccupanti, mai avuto un colesterolo che superasse i 300.
      La pillola Fedra la sto prendendo come terapia perchè un anno fa mi trovarono l endometriosi e fui operata per togliere una ciste all’ovaia.
      Sono a metà scatola di fedra sarebbe opportuno interromperla immediatamente?
      Smettendo di prendere la pillola cosa succederebbe alle mia ovaie ho letto che potre più soggetta ad avere nuove cisti.
      Con questi valori devo prendere le statine?
      Ho 28 anni sono alta 151cm e peso 41 kg non fumo, vita sedentaria e sono golosa di dolci.
      Una settimana prima del prelievo ho assunto l antibiotico augmentin potrebbe aver influito?
      Da qualche settimana avverto soprattutto la notte la bocca amara ma non tutti i giorni.

      Spero di leggervi presto.
      Simo

      #12074
      anonymous
      Membro
        Up
        0
        Down
        ::

        Sicuramente la pillola fa aumentare il colesterolo, ma i tuoi livelli indicano che probabilmente sei affetta da una forma di ipercolesterolemia familiare. Valori superiori a 300 di colesterolo indicano sicuramente la terapia con statine, specialmente perchè hai 28 anni e quindi una aspettativa di vita molto lunga. Se lasci agire il colesterolo sulle arterie per oltre 50 anni, probabilmente andrai incontro a complicanze cardiovascolari anche gravi.
        Non c’è bisogno che sospendi immediatamente la pillola perchè tanto, come già detto, il colesterolo agisce negli anno e non nelle settimane, pero’ parla col tuo ginecologo per trovare una alternativa valida. Se dovrai comunque continuare con la pillola a causa dell’endometriosi, assicurati una copertura terapeutica con una statina. Parlane al tuo medico.

        Ciao!

        P.S. L’ Augmnentin non c’entra nulla.

        #12075
        depayns
        Membro
          Up
          0
          Down
          ::

          Grazie Dottore per avermi risposto.
          Un’ultima domanda ma l’ipercolesterolemia familiare è caratterizzata da alti livelli ematici di colesterolo totale e di colesterolo LDL (ma non di trigliceridi)???
          E’ vera questa informazione che ho trovato su un sito di medicina?
          Se fosse vera nel mio caso specifico vi è un aumento dei trigliceridi.
          Mi scusi ancora se approfitto del suo tempo.
          Simona

          #1776
          sanmag
          Amministratore del forum
            Up
            0
            Down
            ::
            #12076
            anonymous
            Membro
              Up
              0
              Down
              ::

              Le dislipidemie familiari, cioè le alterazioni dei livelli ematici dei grassi, si dividono in 5 categorie secondo la classificazione di Frederickson che ti riporto qui sotto:

              <blockquote id=”quote”><font size=”1″ face=”Verdana, Arial, Helvetica” id=”quote”>quote:<hr height=”1″ noshade id=”quote”>
              Classificazione di Frederickson

              <b>Iperlipoproteinemia di tipo I:</b> aumento dei chilomicroni, cioè aumento dei trigliceridi provenienti dalla dieta
              <b>Iperlipoproteinemia di tipo II a: </b>aumento delle LDL, quindi del colesterolo
              <b>Iperlipoproteinemia di tipo II b: </b>aumento delle LDL e delle VLDL, quindi sia del colesterolo che dei trigliceridi
              <b>Iperlipidemia di tipo III: </b>aumento del colesterolo e dei trigliceridi totali, non accompagnato dall’aumento di lipoproteine, per aumento di prodotti intermedi derivanti dalla scissione delle VLDL prima di formare le frazioni LDL
              <b>Iperlipoproteinemia di tipo IV: </b>aumento delle VLDL e quindi dei trigliceridi, provenienti dal metabolismo dei carboidrati
              <b>Iperlipoprotidemia di tipo V: </b>aumento dei chilomicroni e delle VLDL, quindi dei trigliceridi provenienti dalla dieta e da quelli sintetizzati a partire dai carboidrati a livello del fegato

              <hr height=”1″ noshade id=”quote”></blockquote id=”quote”></font id=”quote”>

              E’ quindi probabile che tu sia affetta dalla forma IIb.

              Ciao!

              #12077
              depayns
              Membro
                Up
                0
                Down
                ::

                Buonasera,
                da quando ho fatto gli esami del sangue mi sono messa a dieta limitando in maniera “drastica” tutto quello che prima mangiavo e che con il colesterolo non va assolutamente d’accordo ( salumi, creme, dolci, burro, panna montata, cioccolatini di ogni tipo, mcdonald, insomma tutte le schifezze della terra ecc ecc ) però mi sento sempre affamata [|)] debole.
                Io sono alta 151 e peso 40 kg oggi la mia dieta tipo consiste in: tantissima verdura, frutta, pane, pasta integrale, olio d’oliva, carne solo petti di pollo un paio di volte a settimana (non ne mangiavo nemmeno prima), salmone fresco almeno una volta alla settimana, noci (farò bene?), legumi, cereali integrali la mattina con latte scremato, crostata fatta in casa mettendo nell’impasto solo albume e olio di semi di mais.
                Ho comprato anche un libro di ricette senza colesterolo e ho notato che in molti piatti viene fatto un soffritto, io pensavo sinceramente che facesse male perciò mettevo tutto a freddo evitando appunto di soffriggere cipolla aglio ecc ecc ma faccio male io o ha ragione il ricettario?
                Prima conducevo una vita molto sedentaria adesso ho ripreso a camminare almeno mezzora ogni giorno e a fare bicicletta almeno per 20 minuti 2/3 volte a settimana.
                Ho comprato alcuni prodotti a base di soia (tipo simil nutella [xx(], gelati [xx(][xx(][xx(], il latte alla soya è veramente orribileee[xx(]) il ginecologo mi ha detto di non prendere nulla per non falsare i prossimi esami del sangue che farò per capire appunto se il colesterolo alto è dato dalla pillola o da un fattore ereditario, ma sinceramente con i valori di colesterolo che ho se fosse un problema ereditario non penso che la lecitina di soia possa influire così marcatamente sui prossimi esami, lei cosa ne pensa?
                Grazie per il tempo che mi dedicherà
                Sim

                #12078
                anonymous
                Membro
                  Up
                  0
                  Down
                  ::

                  Sei bravissima, ma una dieta di questo tipo la puoi fare solo per alcune settimane, mentre il colesterolo va tenuto sotto controllo per tutta la vita. Bisogna aspettare gli esami di controllo. Nella dislipidemia familiare, generalmente una dieta anche ben fatta riduce il colesterolo per non più del 20% (nel tuo caso di circa 60 mg%). In ogni caso, qualsisasi sia la causa dell’ipercolesterolemia, il colesterolo va portato intorno a 200 mg% per tutta la vita. Direi quindi che, dopo il controllo, dovresti fare una dieta più umana (intendo quindi una dieta che puoi seguire senza sforzi per lunghi periodi) e se non fosse sufficiente, iniziare una terapia dapprima con integratori alimentari (ottimo l’ Armolipid Plus) e se non bastasse, con le statine.

                  Ciao!

                  #12079
                  depayns
                  Membro
                    Up
                    0
                    Down
                    ::

                    Grazie Dottore per la sua risposta, sono assolutamente d’accordo con Lei che una dieta di questo tipo non potrò farla per tutta la vita anche perchè non ce la farei nemmeno.
                    Secondo Lei posso provare a fare gli esami del sangue tra un mese o devo per forza aspettare tre mesi da quando smetto di prendere la pillola?
                    Tenga conto che sabato 5 aprile smetterò di prendere la pillola definitivamente, perciò pensavo vista la dieta ecc ecc di provare a fare un controllo verso metà maggio, faccio male i valori sarebbero attendibili o sono soldi persi?
                    Cordiali Saluti
                    Sim
                    p.s. mi scusi per questa apprensione riguardo al colesterolo ma quello che mi preme è poter di nuovo prendere la pillola per tenere a riposo le ovaie per l’endometriosi.

                    #12080
                    depayns
                    Membro
                      Up
                      0
                      Down
                      ::

                      Egregi Dottori,
                      volevo aggiornarla sugli ultimi esami di controllo fatti.
                      Ricapitolando:
                      a <b>marzo</b> dopo un anno di assunzione di Fedra i miei valori di grasso nel sangue erano i seguenti
                      <u>COLESTEROLO <b>338</b></u> mg/dl inf. a 200
                      <u>HDL <b>72</b> mg/dl</u> F sup. a 50
                      <u>TRICLICERIDI <b>218</b> mg/dl </u>(50-170)
                      dopo un mese esatto perciò <b>metà aprile</b> (2 settimane dopo aver assunto l’ultima scatola di Fedra) i valori erano i seguenti:
                      <u>COLESTEROLO <b>290</b> mg/dl</u> inf. a 200
                      <u>HDL <b>72</b> mg/dl</u> F sup. a 70
                      <u>TRICLICERIDI <b>110</b> mg/dl</u> (50-170)
                      <u>COLESTEROLO LDL <b>198</b> mg/dl</u> fino a 150
                      Ultimo controllo fatto alla <b>fine di maggio</b>
                      <u>COLESTEROLO <b>195</b> mg/dl</u> inf. a 200
                      <u>HDL <b>72</b> mg/dl</u> F sup. a 53
                      <u>TRICLICERIDI <b>100</b> mg/dl</u> (50-170)
                      In questi due mesi ho seguito come già Le scrissi precedentemente una dieta ferrea eliminando formaggi e salumi riprendendo a fare movimento (3 volte minimo a settimana 20/30 minuti di cyclette) e assumendo per 15 giorni danacol una volta al giorno.
                      Tra qualche giorno andrò dal ginecologo e insieme valuteremo il da farsi, a questo punto credo che la causa del colesterolo alto sia dovuto alla pillola o sbaglio?
                      Come le scrissi visti i problemi di endometriosi tenere a riposo le ovaie sarebbe l ideale stavo pensando all’anello vaginale lei cosa ne pensa?
                      So che cmq si tratta di ormoni anche se non passando dal fegato dovrebbero affaticarlo meno.
                      L’idea che ho è quella di rivolgermi ad un dietologo per seguire una dieta corretta perchè cmq limitandomi in tante cose non mi sento in piena forma ed essendo una persona di costituzione esile 151x40kg non vorrei incappare in carenze che possano a lungo andare causarmi problemi secondo lei faccio bene?
                      Secondo lei l assunzione di danacol può aver contribuito fortemente all’abbassamento del colesterolo? Dovrei continuare ad assumerlo anche adesso che il colesterolo è sceso?
                      Lei mi consiglierebbe visti i precedenti e l’endometriosi di intraprendere una nuova cura ormona con l’anello vaginale ad esempio?
                      Grazie in anticipo per il tempo che mi dedicherete
                      Augurandovi buon lavoro porgo distinti saluti.
                      Simona

                      #12081
                      carter
                      Moderatore
                        Up
                        0
                        Down
                        ::

                        Data l’evoluzione dei tuoi valori di colesterolemia con e senza terapia estroprogestinica, è ormai indiscutibile che questi farmaci ti inducano un notevole aumento dei livelli di colesterolo(i trigliceridi, invece, sono sempre legati a disordini alimentari); tuttavia le cisti endometriosiche necessitano comunque di trattamento ormonale, e quindi penso che il tentativo di usare il Nuvaring sia suggeribile(anche se va considerata che il basso apporto di estrogeni di questo dispositivo potrebbe non essere sufficiente a controllare l’endometriosi).
                        Il tuo ginecologo ti seguirà attentamente monitarando ecograficamente l’andamento delle cisti.
                        Per quanto riguarda le “carenze” di una dieta a basso contenuto di grassi saturi, direi che non ce ne sono, purchè ti assicuri un introito giornaliero di almeno 200 gr fra latte parzialmente scremato e yoghurt magri.
                        Ritengo comunque utile l’assunzione non tanto di danacol(scientificamente poco accreditato)quanto di prodotti farmaceutici a base di omega3, che il tuo medico curante saprà sicuramente suggerirti.

                        Ciao!

                        #12082
                        depayns
                        Membro
                          Up
                          0
                          Down
                          ::

                          Grazie per la celere risposta.
                          Mi scusi se approfitto ancora del suo tempo ma allora <i>sono gli estrogeni contenuti nelle terapie ormonali a causare i disordini all’assetto lipidico?</i>
                          Se però lei dice che gli estrogeni contenuti in Nuvaring sono cmq bassi e che contro l endometriosi farebbero ben poco a questo punto ho dei dubbi sull’usarlo o meno.
                          Le alternative non sono molte scartando l’ipotesi di assumere una nuova pillola anticoncezionale che cmq viste le precedenti assunte (fedra, loette, yasmine) causeranno i problemi all’assetto lipidico rimane o l’anello o il cerotto.
                          <i>Del cerotto cosa ne pensa? Le dosi ormonali contenute sono maggiori o equivalenti all’anello vaginale?</i>
                          Per quanto riguarda gli integratori da assumere per aiutare a tenere sotto controllo il colesterolo il dottor Magnatelli in un intervento precedente mi consigliava Armolipid Plus è cmq un integratore di omega 3?
                          Grazie mille per la vostra disponibilità
                          Simona

                          #12083
                          carter
                          Moderatore
                            Up
                            0
                            Down
                            ::

                            Sicuramente gli estrogeni contenuti nei preparati “sostitutivi”, essendo metabolizzati dal fegato, nelle cui cellule viene costruita la maggior quantità del nostro colesterolo circolante, sono i principali responsabili della tua ipercolesterolemia, data la tua tendenza geneticamente determinata a sviluppare questa problematica.
                            D’altronde la tua endometriosi necessita sicuramente di un trattamento ormonale, e il dosaggio degli estrogeni contenuti nel cerotto o nell’anello è praticamente uguale: vale quindi sicuramente la pena che, sotto controllo ginecologico, provi uno dei due.
                            L’Armolipid plus, pur non essendo a base di omega 3,è senz’altro un ottimo regolatore della produzione endogena di colesterolo, e quindi ti aiuterà senz’altro a mantenerlo sotto controllo durante la terapia ormonale, ma se non dovesse dimostrarsi sufficiente, dovrai ricorrere aale statine.

                            Ciao!

                            #12084
                            depayns
                            Membro
                              Up
                              0
                              Down
                              ::

                              Grazie mille Dottore per le sue risposte è sempre gentilissimo.
                              Simona

                              #12085
                              depayns
                              Membro
                                Up
                                0
                                Down
                                ::

                                Gentilissimi Dottori Sanmag e Carter,
                                sono stata dal ginecologo e mi ha prescritto nuvaring, l ho iniziato da pochi giorni visto che prima di iniziare ad usare nuvaring i miei valori di colesterolo e trigliceridi erano nella norma secondo voi conviene fin da subito iniziare a prendere Armolipid plus o aspettare magari 1/2 mesi vedere che tipo di reazione ha prodotto nuvaring sul mio colesterolo ed eventualmente provare ad abbassarlo con l aiuto di questo integratore?
                                Armolipid plus è di libera vendita o dev’essere il medico di famiglia a farmi la ricetta?
                                Grazie mille

                                #12086
                                carter
                                Moderatore
                                  Up
                                  0
                                  Down
                                  ::

                                  Puoi tranquillamente aspettare un mese dall’inizio dell’applicazione dell’anello prima di fare i controlli dei lipidi circolanti, anche perchè l’effetto degli ormoni sulla sintesi lipidica impiega almeno 30 giorni a manifestarsi. Sarà infatti opportuno che tu faccia poi controlli ogni 3-6 mesi, sia con che senza la terapia con omega 3.

                                  L’Armolipid, essendo un semplice “integratore” può essere acquistato anche senza ricetta medica.

                                  Ciao!

                                Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.