FREEZER SPENTOSI

Tutto quello che riguarda le diete: dimagranti, ingrassanti, speciali per varie patologie.
Post Reply
frati36
3 Stelle
3 Stelle
Posts: 53
Joined: Mon Jul 28, 2008 5:55 pm

FREEZER SPENTOSI

Post by frati36 » Thu Aug 04, 2011 4:19 pm

Forse quanto segue lo collocherei nella parte "Diete e ...dintorni".Più dintorni che diete vere e proprie.
Chiedo scusa se l'argomento non fosse appropriato per quest ottimo forum.
Sono appassionato da sempre di orticultura (insegnatami da mio nonno da bambino) e da circa quaranta anni coltivo un orto di circa 180 metri quadrati,ben soleggiato e ben riparato dal traffico e provvisto di annacquatura automatica.
Raccolgo giornalmente ogni tipo di verdure e quelle non consumate con l'aiuto di mia moglie le puliamo,laviamo,sbollentiamo ,insacchettiamo e poi le mettiamo in freezer tenuto costantemente a -18°C.
Qualche giorno fa ci siamo accorti che il freezer era spento(spina staccatasi accidentalmente)e segnava una temperatura di +6°C,per cui presumiamo che sia stato spento per circa tre/quattro giorni.
Dopo aver distribuito ai vicini quanto possibile,ci è rimasta una grande quantità (circa 100/150 Kg di quanto preparato per la stagione fredda:
fagioli,fagiolini,melanzane alla parmigiana,basilico,prezzemolo,coste,spinaci,erbette,sedano,salsa di pomodoro concentrata a cubetti,piselli,tortelli di patate già cotti,soffritti vari...
Abbiamoimmediatamente riattaccato la spina e portato la temperatura a-28°C
ora il nostro dubbio

Questa merce è ancora mangiabile od un medico/ dietologo ci consiglia di buttarla,onde evitare spiacevoli conseguenze ?
Cordialità.

User avatar
Carter
Amministratore
Amministratore
Posts: 1452
Joined: Sun Sep 23, 2007 2:26 pm

Post by Carter » Sun Aug 07, 2011 5:58 pm

In realtà il "pericolo" maggiore è la diminuzione delle proprità organolettiche (odore e sapore) degli alimenti elencati, essendo quasi tutti vegetali; non dovrebbe esserci stata contaminazione batterica dato che la temperatura era di poco superiore a quella di un buon frigorifero.
La formazione di nuovi microcristalli di ghiaccio durante il ricongelamento potrebbe avere ulteriormente "rotto" le fibre degli alimenti, diminuendone la consistenza e "annacquandone" il sapore, che però credo, essendo molto genuine, sarà comunque nettamente superiore a quello dei prodotti comemrciali.

Ciao!

Post Reply