Allergia al grano

Dedicato a chi ha bisogno di aiuto su argomenti di vario genere
Post Reply
Maurizio Tp
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Posts: 1
Joined: Wed Mar 11, 2015 7:09 pm

Allergia al grano

Post by Maurizio Tp » Wed Mar 11, 2015 7:37 pm

Salve, mi chiamo Maurizio è ho 46 anni.
Fin dall'adolescenza soffro di rinite allergica alle graminacee e parietaria.
Ultimamente ho avuto due episodi importanti di reazione allergica una alle arachide e una al miele ( alimenti che avevo già mangiato in passato) cosi ho deciso di fare le prove allergiche con ige specifiche.
Oltre ad essere risultato positivo a graminacee,parietaria,ulivo,cipresso e butullacee, sono risultato posititvo a:
Grano 0,26 KUA/L
Arachidi 0,30
Pomodoro 0,17
Mela 0,22
La allergologa mi assolutamente vietato di mangiare alimenti contenente grano, io non ho mai avuto problemi fisici mangiando pane e pasta fino ad oggi, una dieta priva di grano per me è davvero difficile da attuare stando fuori tutto il giorno.
Ho chiesto all'allergologa se questa positivita fosse dovuta a cross di reattività alle graminaccee , la risposta è stata che quasi sicuramente ci possa essere un cross di reattività ma che comunque devo smettere di mangiare alimenti contenente grano.
Domanda, voi pensate che sia proprio cosi?
Potrei rischiare qualcosa considerando che non ho mai avuto problemi fino ad oggi?
Grazie in anticipo per la risposta.

Samuele
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Posts: 1
Joined: Thu Mar 26, 2015 9:48 am

Re: Allergia al grano

Post by Samuele » Thu Mar 26, 2015 10:05 am

Salve,
Sono un consulente in nutrizione cellulare.
Le posso confermare che con il passare degli anni, purtroppo, ci sono delle carenze che si accumulano nel nostro organismo, dovute prettamente da un'alimentazione non proprio corretta, che porta piano piano con il passare degli anni a manifestarle.
Difatti, le allergie o le intolleranze, tranne nei casi in cui uno le manifesta fin dalla nascita, si sviluppano nelle persone di età superiore ai 20 anni, anche se, negli ultimi anni, l'eta si è notevolmente abbassata a causa della mal nutrizione degli Italiani.
Nel suo caso specifico la posso aiutare con un sostituto del pasto completo in fibre, minerali, vitamine, proteine, carboidrati, zuccheri, grassi buoni ecc.. tutti i macro e micro nutrienti essenziali per un perfetto funzionamento del nostro organismo.
Viene utilizzato anche negli ospedali per le persone che hanno gravi intolleraze a glutine, lattosio e soia, ho pazienti con il diabete che hanno abbassato la somministrazione di unità di insulina, da 80 unità suddivise in 4 punture, fino a 35 unità sempre suddivise in 4 punture, tutto questo migliorando uno stile di vita e la nutrizione (oltre a perdere 14 chilogrammi di massa grassa).
Se vuole, senza impegno, mi può contattare tramite email: [email protected]

Post Reply