Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #5836
    xena
    Membro
      Up
      0
      Down
      ::

      <font color=”purple”>Salve!
      ho assolutamente bisogno di informazioni (e di aiuto) in merito al mio caso:
      3 anni fa sono stata vittima di una violenza …
      Ho passato un periodo infernale. Da sola e senza dir nulla a nessuno, mi sono recata dopo qualche settimana dall’accaduto, da una ginecologa, anche perchè accusavo forti bruciori, prurito e dolori vaginali.

      Dopo aver fatto il tampone, esattamente nel febbraio 2006, mi sono state diagnosticate vaginite, candida e ureaplasma.
      La ginecologa m ha prescritto per la cura: Meclon 1000 + fermenti lattici, e lavande vaginali, Diflucan 150 mg e Bassado (che ho preso per 9 giorni).

      Sono tornata per il controllo. La vaginite e la candida erano passate. Ad aprile ho rifatto il tampone per verificare se c’era ancora l’infezione. Ed era ancora presente [:(]
      Questa volta la dott.ssa mi ha prescritto Zimox e ancora Meclon.

      A Giugno ho ripetuto il tampone. Situazione identica.
      La dott.ssa mi ha prescritto Ciproxin.

      A luglio ho ripetuto il controllo… ma non sono riuscita a debellare l’infezione. La dott.ssa mi disse testuali parole: “<i>non so più che fare!”</i>
      L’ureaplasma era ancora a 100.000!!!!
      avevo anche qualche fastidio… la ginecologa mi aveva consigliato di rivederci a settembre per ripetere la cura.

      ci tengo a precisare che non ho avuto in quel periodo nessun tipo di rapporto con un uomo! (fino a sette mesi fa).

      Dopo le vacanze (2006) mi sono sentita in perfetta forma e da incosciente ho lasciato perdere tutto. Per me è stato un trauma. Non volevo più andare dalla ginecologa e da quella volta non ci sono più andata.

      Sono passati 3 anni… E finalmente sono riuscita a guardare avanti. Ora sono fidanzata da sette mesi..ed è stato difficile tentare un rapporto con un uomo. ho superato il mio problema. però…
      Oggi mi ritrovo con gli stessi sintomi di quel maledetto febbraio 2006. E da luglio 2008 accuso forti fitte al basso ventre, e dietro la schiena..gonfiore dell’addome..giorni fa ho avuto delle perdite di sangue, oltre a delle perdite vaginali che non sono mai andate via.
      Ho paura sia colpa di quell’infezione non curata, anche se il mio medico di famiglia sostiene che è il colon irritato(lui, come nessuno, non sa la storia della violenza e tutto ciò che ha comportato). A luglio ho fatto una serie di accertamenti generali.
      Oggi più che mai, vorrei rivolgermi ad un buon ginecologo..che sia in grado di aiutarmi. Penso sia giusto.
      E’ possibile che quell’infezione sia degenerata ed abbia causato infertilità o.. non so.. quali sono le conseguenze?
      aiutatemi per favore.
      Grazie.
      Xena</font id=”purple”>

      #2420
      carter
      Moderatore
        Up
        0
        Down
        ::

        Cara Xena,

        per continuare a guardare avanti veramente hai senz’altro NECESSITA’ di curarti per bene, e per farlo devi rivolgerti ad un ginecologo che ti faccia ripetere gli esami necessari (tamponi, ecografie) per poter mirare la terapia migliore.
        Raccogli tutto il tuo coraggio (ne hai tanto!) e cerca di mettere la parola FINE a tutto questo!

        In bocca al lupo!

        #4790
        xena
        Membro
          Up
          0
          Down
          ::

          <blockquote id=”quote”><font size=”1″ face=”Verdana, Arial, Helvetica” id=”quote”>quote:<hr height=”1″ noshade id=”quote”><i>Originariamente inviato da Carter</i>

          Cara Xena,

          per continuare a guardare avanti veramente hai senz’altro NECESSITA’ di curarti per bene, e per farlo devi rivolgerti ad un ginecologo che ti faccia ripetere gli esami necessari (tamponi, ecografie) per poter mirare la terapia migliore.
          Raccogli tutto il tuo coraggio (ne hai tanto!) e cerca di mettere la parola FINE a tutto questo!

          In bocca al lupo!

          <hr height=”1″ noshade id=”quote”></blockquote id=”quote”></font id=”quote”>
          Grazie mille…
          la paura è tanta.. soprattutto di sapere che potrebbero esserci stati danni “permanenti” [:(][:(][:(]
          vorrei avere una vita normale, e magari una famiglia, con dei bambini..
          Oggi vorrei ci fosse giustizia.. c’è qualcuno che è rimasto impunito(e sentendo gli episodi di cronaca degli ultimi giorni, ce ne sono TROPPI!che rabbia!)…e magari gira ancora per la strada della mia città. Questa persona per me non ha volto, nè nome…non so chi sia..so soltanto che ha preso con la forza la mia dignità, il mio essere donna, ed il mio sorriso trasformandolo in dolore e sofferenza e silenzio…solitudine.
          Ho preso coraggio.. e parlarne è difficile..ma non ho tutto quel coraggio da poter confessare a chi mi ama cosa mi è successo…mi vergogno..ho paura.
          La mia speranza è quella di poter avere una vita normale e di poter un giorno essere madre. Spero…

          #4792
          carter
          Moderatore
            Up
            0
            Down
            ::

            Con le cure adatte SICURAMENTE potrai avere una vita riproduttiva normale, ma non devi lasciare che passi troppo tempo, perchè la malattia pelvica infiammatoria (che ureaplasma e clamydia possono provocare)a lungo andare può provocare infertilità.
            Chiama ancora una volta a raccolta il tuo coraggio, torna da un ginecologo di tua fiducia, e vedrai che poi la strada sarà quella di una svolta definitiva.

            Un abbraccio.

          Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
          • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.