• Questo topic ha 4 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 16 anni fa da tfabiom.
Stai visualizzando 5 post - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Post
  • #11994
    tfabiom
    Membro
      Up
      0
      Down
      ::

      Volevo chiedere se per la sindrome da attacchi di panico e’ piu’
      indicato il lexotan, lo xanax o il tranquirit??????
      Il tranquirit mi e’ stato somministrato la prima volta al pronto soccorso per lenire gli affetti di un attacco di panico e l’ho acquistato. Lo tengo in borsa al lavoro solo per casi di emergenza. Gli attacchi mi vengono sempre quando mi trovo a dover prendere decisioni importanti davanti ad altre persone.
      Volevo sapere se, al di la di qualunque altro consiglio, e’ preferibile utilizzare il tranquirit o lo xanax o il lexotan per calmare gli attacchi di panico in corso.
      Grazie anticipatamente.
      Fabio

      #11991
      depayns
      Membro
        Up
        0
        Down
        ::

        Ciao,
        non sono un medico ma anchio come te soffro di attacchi di panico da ormai tre anni e poco più.
        Immagino che le cose che sto per scriverti tu le abbia già sentite mi permetto però di dirti per esperienza che prodotti come il lexotan e compagnia bella fanno solo da pagliativo.
        Per superare gli attacchi di panico bisogna intraprendere una psicoterapia che ti dia la giusta chiave di lettura per superare questo momento magari associato a qualche “medicina di aiuto” ma SEMPRE SOTTO CONTROLLO DI UNO SPECIALISTA.
        Ti faccio tanti auguri e spero che tu possa ritrovare presto la serenità perduta.
        Sim

        #11992
        marantz
        Membro
          Up
          0
          Down
          ::

          Ciao! anch’io non sono un medico ma da un po’ soffro di questa bella rottura di scatole e come “depayns” ti dico anch’io di non farti condizionare dall’uso di tranquillanti che possono lenire il problema momentaneamente me non lo curano assolutamente e spesso danno dipendenza psicologica col tempo devastante.
          Esistono solo due strade reali:
          La prima è lunga, tortuosa, ma la migliore nel tempo ed è attraverso la consultazione di uno psicologo (e non avrai riscontri di alcun tipo se non dopo alcune settimane di terapia), che non ti darà (per sua natura) alcun farmaco da prendere ma cercherà di snidare il tuo problema per affrontarlo. Durante queste terapie ti consiglio di ricorrere ai fiori di Bach (Rock Rose e Agrimonium) che sono un buon alleato o all’omeopatia (Acconitum).
          La seconda è “un pochino più” rapida ed è attraverso la consultazione di uno psichiatra che ti consiglierà l’uso di farmaci ben diversi da quelli che hai nominato tu che sono specifici per il nostro problema (negli ultimi tre anni hanno fatto notevoli passi in avanti. Attento però che questa terapia darà dei risultati solo dopo almeno un paio di mesi di trattamento e devi assolutamente proseguirla per almeno 6-12 mesi.
          Personalmente ho scelto la prima strada e sto avendo buoni risultati.
          Un piccolo consiglio…..quando arrivano gli attacchi rilassati e pensa che non morirai: il cuore non può scoppiare e un infarto ha tutt’altri sintomi (il cuore rallenta e diventa aritmico e i dolori sono davvero lancinanti e costanti)….pensa alle cose belle della vita e cerca di estraniarti un attimo da te stesso. Se riuscirai a ridicolizzare l’attacco se ne andrà magicamente. In bocca al lupo!

          #1750
          depayns
          Membro
            Up
            0
            Down
            ::
            #11993
            perlarossa
            Membro
              Up
              0
              Down
              ::

              Io ho avuto questi problemi, e con quattro mesi di sedute da un abrava psicoterapeuta, ne sono uscita bene, senza prendere niente!
              Mio marito invece, ogni tanto, fà periodi di stress molto forte, che poi gli provoca attacchi di panico, allora, data l’esperienza negativa con lo xanax(stava dando i numeri)ora fà uso nel periodo di crisi dell’EN prima di andare a letto, almeno dorme, è più tranquillo e nel giro di massimo 10 giorni, sospende tutto e trova forza in se stesso senza più avere attacchi.
              La testa è una brutta bestia a volte…
              baci Perla

            Stai visualizzando 5 post - dal 1 a 5 (di 5 totali)
            • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.