• Questo topic ha 1 risposta, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni fa da federico.
Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #6083
    federico
    Membro
      Up
      0
      Down
      ::

      Egregio dott. Sandro Magnanelli,
      le scrivo per chiederLe un consiglio.

      Allora il mio lavoretto da soccorritore del 118 per quest’estate mi ha regalato una bella pubalgia con una contrattura lombare.
      Un regalino inaspettato e decisamente doloroso.
      Comunque dal primo episodio mi sono recato dal medico di famiglia che mi ha ordinato Emocromo VES e PCR perchè il mio dolore era localizzato a partire dall’inguine dove lui aveva palpato un linfonodo ingrossato. Analisi tutte negative, ma nell’attesa di queste mi ha fatto fare una settimana di OKI per alleviare dolore e infiammazione del linfonodo.
      Terapia decisamente paliativa perchè sospeso l’OKI il dolore è tornato.
      A quel punto ho fatto su consiglio del medico un eco dei linfo inguinali e qualora quella fosse stata negativa una visita ortopedica.
      L’eco dei linfo ha riportato questa riposta:

      <blockquote id=”quote”><font size=”1″ face=”Verdana, Arial, Helvetica” id=”quote”>quote:<hr height=”1″ noshade id=”quote”>In sede inguinale bilaterale sono presenti alcuni linfonodi ovalari con ilo adiposo conservato, il maggiore a dx è di 15mm, di significato reattivo.<hr height=”1″ noshade id=”quote”></blockquote id=”quote”></font id=”quote”>

      Nonostante la mia profanità nel leggere referti ecografici mi sembra di capire che non c’è nulla.

      Quindi mi sono recato dall’ortopedico che ha riscontrato quello che ho detto sopra, una pubalgia con una contrattura lombare.
      Mi ha prescritto:
      Miotens schiuma 3app/die da applicare sulla contrattura lombare per “slegarla”
      Celadrin da applicare 2 volte/die nella zona inguinale/coscia per aumentare la mobilità e diminuire il dolore nella zona
      Paracetamolo da 1g al bisogno

      Inoltre qualora la terapia farmacologica non sortisse effetto, mi consiglia ginnastica posturale, TENS e laserterapia.

      Quello che voglio sapere è in primis se la terapia è giusta per il mio caso.
      Inoltre ho trovato un notevole beneficio con il Miotens, anche se il trattamento è iniziato un po’ di tempo fa; Volevo sapere se per il mio caso è possibile sostituire o coadiuvare la somministrazione topica, con quella orale di Tiocolchicoside, magari allevia pure un pochino la contrattura dei legamenti pubici, dato che la zona più dolente è quella.
      Attendo una Sua risposta,
      Distinti Saluti

      Federico!

      #3551
      sanmag
      Amministratore del forum
        Up
        0
        Down
        ::

        Come hai già osservato, dall’ecografia si evince solamente che hai qualche linfonodo ingrossato (in particolare uno di 15 mm), ma di tipo “reattivo” cioè sono linfonodi che stanno reagendo a qualche antigene e producendo gli opportuni anticorpi (fanno cioè il loro lavoro).
        E’ tuttavia possibile che il linfonodo più grande possa darti un pò di fastidio localmente.

        In ogni caso il problema principale sembra essere quello osteoarticolare e certamente la componente che ti dà più fastidio è la contrattura muscolare visto che la terapia sintomatica con OKI non ti ha risolto il problema.

        La terapia dell’ortopedico mi sembra più che corretta e, siccome (come sai) non posso indicarti nessun farmaco “a distanza”, posso solamente dirti che la terapia con Miotens per bocca è molto utilizzata e che, se il tuo medico non ti riscontra controindicazioni, potresti farla anche tu per un ciclo di 15-20 giorni.

        Cari saluti!

      Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
      • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.