Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #7047
    ibba
    Membro
      Up
      0
      Down
      ::

      Gentili dottori, vi scrivo per avere le vostre impressioni su quanto mi accade.
      Sono donna, ho 34 anni, a metà dello scorso Ottobre mentre passeggiavo in montagna ho avvertito un formicolio/ addormentamento al dito medio della mano destra che è poi passato all’indice, al pollice e poi ancora all’emilabbro inferiore e superiore dx. Il tutto è durato 40 min e mi ha lasciato un forte mal di testa (in zona nucale) per il pomeriggio seguente che poi nei 2 giorni successivi è andato scemando. Sono andata dal mio medico che mi ha prescritto esami del sangue (ve li riporto di seguito), visita neurologica e cardiologica e ecocolordoppler dei vasi epiaortici (fatto solo a gennaio ma negativo). Entrambe le visite vanno bene, mi viene prescritto un elettroencefalogramma (nella norma) e una angioRM dell’encefalo, mi viene anche raccomandato di anticipare la risonanza al ripetersi di episodi analoghi.
      I risultati delle analisi erano: 3 Novembre: Glucosio 87 mg/dl (65-110); Azoto Ureico 11 mg/dl (10-23); Creatinina 0,8 mg/dl (0,7-1,2); acido urico 3,7 mg/dl (2,4-5,7); Sodio 142 mEq/l (135-145); potassio 3,8 mEq/l (3.5-5); proteine totali 8,4 g/dl (6,5-8,5); colesterolo 188 mg/dl (130-200); HDL 46 mg/dl (superiore a 45); LDL 124 mg/dl (inferiore a 130); trigliceridi 89 mg/dl (20-170); bilirubina totale 0,60 mg/dl; bilirubina diretta 0,20 mg/dl (inferiore a 0.20); bilirubina indiretta 0,40 mg/dl (0,2-0,9); transaminasi GO (AST) 20 UI/l (7-45); transaminasi GP (ALT) 18 UI/l(7-45); fosfatasi alcalina 123 UI/l (98-279); gamma-glutamil-transferasi 16 UI/l (5-36); TSH (ECLIA) 2,61 #956;UI/l (0,35-2,8); FT3(ECLIA) 3,4 pg/ml (2,3-4,2); FT4(ECLIA) 14,9 pg/ml (8,5-15,5); fibrinogeno(derivato) 283 mg/dl (200-400);
      URINA: colore: giallo; aspetto:torbido; peso specifico 1027 (1005-1035); pH 5 (5-6); albumina assente (0-0,2); glucosio assente; emoglobina assente; corpi chetonici assenti; urobilinogeno tracce; bilirubina assente; nitriti assenti; esterasi leucocitaria assente; sedimento nulla da segnalare.
      EMOCROMO: emoglobina 13,9 g/dl (12-16); ematocrito 41,1% (37-47); globuli rossi 4,63*10^12/l (4-5,4); MCV 88,8 fl(81-99); MCH 30,1 pg (26-33); MCHC 33,9 g/dl (30-35); piastrine 229*10^9/l (140-450); globuli bianchi 5,17*10^9/l (4,1-9,8);
      CONTA DIFFERENZIALE DEI LEUCOCITI: granulociti neutrofili 2,86*10^9/l(1,9-7); granulociti eosinofili 0,24*10^9/l (0-7); granulociti basofili 0,03*10^9/l (0-0,25); linfociti 1,79*10^9/l (0,9-5,2); monociti 0,24*10^9/l (0,25-1); granulociti neutrofili 55% (40-74); granulociti eosinofili 4,7% (0-5); granulociti basofili 0,6% (0-1,5); linfociti 34,7% (19-48); monociti 4,6% (3,5-9); ELETTROFORESI PROTEICA: albumina 56,2% (55,8-66,1); alfa1-globuline 3,6% (2,9-4,9);alfa2-globuline 9,8% (7,1-11,8);beta1-globuline 5,3% (4,7-7,2); beta2 -globuline 5,3% (3,2-6,5); gamma-globuline 19,8% (11,1-18,8).
      Insomma faccio questi primi esami senza pensarci tanto su, non sembrano andare male, devo attendere Gennaio per la Risonanza e l’unico fastidio che ho è una lacrimazione notturna che ogni tanto mi sveglia e gli occhi spesso arrossati. Me ne vado anche 2 giorni a Praga ma il giovedì successivo (siamo ormai al 26 Novembre) sono a studio e mi si addormenta la parte destra della lingua e i denti sempre a dx il tutto per 20 minuti alla fine dei quali mi rimane una sensazione di formicolio alla parte destra del cranio ma nessun mal di testa. Il giorno successivo mi sveglio con una sensazione di pesantezza all’emivolto destro che cerco di ignorare ma dopocena peggiora e mi ritrovo colla bocca storta da quel lato. Il giorno dopo (è ormai sabato) al risveglio ho nausea e acufeni, oltre alla ruga nasolabiale destra spianata e l’occhio un pò più aperto dell’altro; dopo un consulto colla guardia medica vado al prontosoccorso del Gemelli. Lì mi fanno una TAC e mi dimettono colla promessa che mi sbrighi a fare quest’angioRM. Vi riporto di seguito quanto scritto al pronto soccorso: TAC: esame eseguito con acquisizioni assiali, senza mdc, in urgenza. Assenza di emorragie endocraniche. In sede putaminale sinistra si documenta areola ipodensa gliotico-malacica. Non evidenti altre alterazioni densitometriche del parenchima cerebrale.Il sistema ventricolare e gli spazi pericefalici sono di morfologia ed ampiezza nei limiti della norma. Strutture della linea mediana in asse. ESAME NEUROLOGICO: la TC cranio eseguita in pronto soccorso non evidenzia lesioni ischemiche recenti o emorragie. L’EON evidenzia spianamento del solco nasogenino dx. Non deficit di altri nn cranici. Nessuno slivellamento alla prova antigravitaria degli arti superiori ed inferiori. Non deficit di sensibilità tattile. Si consiglia: RM encefalo con m.d.c.+Angio RM. ESITO: a domicilio. DIAGNOSI: paresi facciale dx.
      Riesco a fare l’angioRM il 3 Dicembre, dal referto risulta negativa ma il neurochirurgo (amico di famiglia) che la guarda per primo ci vede delle microgliosi aspecifiche, mi visita e non trova niente che non vada, mi prescrive le analisi (eseguite il 16 Dicembre) VES (21mm- fino a 15), PROTEINA C REATTIVA (2,1-fino a 5), IMMUNOFISSAZIONE SIERICA(assenza di componenti monoclonali), una RM del collo con mezzo di contrasto, una RM all’encefalo di controllo a un mese e mi dice di bere di più e fare attività aerobica. Faccio visite oculistiche perchè gli occhi sono sempre rossi e il dx a volte duole, mi riscontrano solo una secchezza oculare (7 mm al test di Schirmer) ma nessun abbassamento della vista. La pesantezza al viso va e viene e decido di vedere un altro neurologo (chiamiamolo A), prima di Natale; è un esperto di sclerosi multipla, mi visita, guarda la RM e vede le microgliosi (saranno 6 puntini), legge le mie carte e decide di farmi fare i potenziali evocati trigeminali (che risultano negativi) e concorda nell’effettuare una RM del collo con mdc. Nel frattempo inizio ad avere dolori a collo e nuca, mi si blocca il collo, faccio una settimana di ibuprofene e va meglio, ma continua anche adesso a farmi ciclicamente male ed essere rigido.
      Visti gli occhi, mi fanno indagare la tiroide, le analisi sono negative, nell’ecografia risulta un nodulo su cui devo fare il citoaspirato. Vi riporto di seguito i risultati: ECOGRAFIA: Tiroide in sede, simmetrica, nella norma per dimensioni e morfologia. Ecostruttura disomogenea con evidenza a destra di almeno 3 formazioni nodulari ipoecogene con diametro tra 0,2 e 1,2 cm, quest’ultima al III superiore caratterizzata da vascolarizzazione sia periferica che intranodulare. A sn, in sede medio basale, 2 aree pseudonodulari tenuemente ipoecogene di diametro massimo 1 e 0,9 cm. Trachea in asse. Non adenopatie laterocervicali. ANALISI: -del 17 dicembre:TSH 1,77 mU/ml (0,49-4,7); FT3 3,6 pg/ml (1,6-3,7); FT4 1,3 ng/dl (0,7-1,8); anticorpiantirecettori del TSH 0,01 U/L (0-0,5); del 28 dicembre antiperossidasi tiroidea 0,87 U/ml (<5,61); antitireoglobulina 1,06 U/ml(<4,11); tireoglobulina 6,11 microU/ml (0,2-70); calcitonina 7,5 pg/ml (<5,5).
      -15 Gennaio: calcitonina 6 pg/ml inferiore a 10; Calcio 9,9 mg/dl (8,5-10,5); anticorpi anti cardiolipina IgG 3 U/ml (inferiore a 12); IgM 3 U/ml (inferiore a 7); omocisteina 10,9 umol/l (5-15); resistenza PCa (ratio norm) 1,08 (0,76-5); tempo di protrombina 12,7 secondi; %71 (70-125); INR 1,18 (0,8-1,2); APTT 32,2 secondi (20-39); fattore V leiden 122,9% (70-140).
      Dopo Natale comincio a sentirmi stanca, mi vengono mal di testa, dolori e sensazioni di bruciore (la parte dx sembra più colpita e debole), acufeni, inizio ad avere la febbre tutti i giorni alle 18, max 37,5, e sudo ogni notte tanto da svegliarmi, ho una grande sete e mi vengono spesso i brividi. L’unica cosa che prendo, pensando a una carenza vitaminica, è un integratore ma lo sospendo perchè un giorno mi si gonfia la lingua (in realtà, da allora, è successo altre 2 volte senza prendessi nulla).
      Come spesso accade gli amici si attivano e dopo Natale vedo un altro neurologo che mi prescrive un eco TC con bubble test da cui risulta che ho il forame ovale pervio (lieve shunt dx-sn), guarda anche la nuova RM di controllo a 1 mese e mezzo dalla prima e conclude dicendo che non ci sono evidenze e che proverebbe a farmi fare per 3 mesi la cura per le cefalee-emicranie (fluxarten e laroxyl), non vuole neanche sapere l’esito della RM del collo che avevo segnata a pochi giorni dalla sua visita.
      Decido di attendere la nuova visita dal neurologo A, che vedrà la RM del collo (In saggittale aumento della fisiologica curvatura con aspetto verticalizzato. Modesta protrusione paramediana destra del disco C4-C5 che determica modica impronta liquorale perimidollare anteriore. Non sono evidenti alterazioni del segnale endocanalare, in particolare non alterazioni del midollo. Normale ampiezza del canale vertebrale. Non evidenti impregnazioni patologiche dopo mdc. RM vasi epiaortici: origine della carotide comune sinistra dal tronco brachiocefalico. Non stenosi della carotide comune, interna ed esterna bilateralmente. Pervie le vertebrali. Normale aspetto della carotide interna intracranica.), e il riscontro col medico di base prima di cominciare la cura. La febbre non è più solo serale, inizio a misurarla dopo pranzo xchè ho i brividi ed alle 15 è già lì per poi dileguarsi verso le 20; a volte la ho già al risveglio (sempre bassa); a volte mi lascia per 2 giorni e poi torna. Anche il sistema digerente inizia ad accusare il colpo (sto lontana dal latte sperando vada meglio) e l’orecchio destro è spesso ovattato e a volte dolorante. Il medico di base, visti febbricola e sudore notturno, mi prescrive altri esami (tra cui un RX torace che risulta negativa) e mi invia da un reumatologo. ANALISI: 27 Gennaio: EMOCROMO: emoglobina 13,0 g/dl (12-16); ematocrito 39,8% (37-47); globuli rossi 4,43*10^12/l (4-5,4); MCV 89,9 fl(81-99); MCH 29,4 pg (26-33); MCHC 32,7 g/dl (30-35); piastrine 208*10^9/l (140-450); globuli bianchi 5,04*10^9/l (4,1-9,8); CONTA DIFFERENZIALE DEI LEUCOCITI: granulociti neutrofili 2,88*10^9/l(1,9-7); granulociti eosinofili 0,17*10^9/l (0-7); granulociti basofili 0,03*10^9/l (0-0,25); linfociti 1,67*10^9/l (0,9-5,2); monociti 0,29*10^9/l (0,25-1); granulociti neutrofili 57,1% (40-74); granulociti eosinofili 3,3% (0-5); granulociti basofili 0,6% (0-1,5); linfociti 33,2% (19-48); monociti 5,8% (3,5-9); VES 10mm (0-9);Rame 121 gamma/dl (80-155); ELETTROFORESI PROTEICA: albumina 56,3% (55,8-66,1); alfa1-globuline 4,16% (2,9-4,9);alfa2-globuline 10% (7,1-11,8);beta1-globuline 5,7% (4,7-7,2); beta2 -globuline 4,8% (3,2-6,5); gamma-globuline 19,1% (11,1-18,8); AUTOANTICORPI: ANA negativo (esame eseguito a substrato HEP-2 diluizione 1:160); anti ENA(metodo ELISA): SSA/ro 6 U/ml (inferiore a 25); SSA/la 1 U/ml (inferiore a 25); Sm 2 U/ml (inferiore a 25); RNP U/ml (inferiore a 25).
      Il neurologo A dice che per ciò che lo riguarda non c’è niente che non vada, che farebbe una RM di controllo tra 6 mesi, che pensa sia giusto andare da un reumatologo e che chiederà ad una collega neuroimmunologa un consulto (ancora devo sentirlo).
      Il reumatologo non trova evidenze negli esami già fatti o nell’esame obiettivo, decide di indagare un altro pò e mi prescrive una ecogrofia addome completa (nulla fuori di norma) e le analisi: 15 Febbraio: LAC: ICA(test alla silice) 0,1 (0-15); TTI index(trombopl. 2%) 1,01 (0-1,25); Tempo di coagulazione da dRVV 35.50 secondi (20-36); ANCA: pANCA(MPO) 0,6 (<5); cANCA(PR3) 2,9 (<5); C3 110 (90-180),C4 21 (10-40), beta2-microglobuline 1,32 (0,7-1,80); anticorpi antitoxoplasma: IgG minore di 4 (sensibilità del test maggiore delle 4 unità); IgM negativo; anticorpi citomegalovirus: IgG 11000 (Valore di IgG significativo >230); IgM negativo; anticorpi epstein barr virus: IgG anti VCA >170 (Valore significativo >20); IgM anti VCA negativo; IgG anti EBNA >200.

      Sono in attesa di ritirare i risultati per le catene leggere urinarie. Vi scrivo per chiedervi (vi prego) se secondo voi c’è qualcosa che è stato trascurato, qualche altro specialista che dovrei consultare; se vi siete imbattuti in storie analoghe, so che non potete formulare una diagnosi via net, ma comincio ad essere spaventata e dei consigli mi sarebbero preziosi. Vi sarei molto grata se aveste delle opinioni in merito a quanto vi ho raccontato; scusate la prolissità, grazie in anticipo.

      #13666
      carter
      Moderatore
        Up
        0
        Down
        ::

        Senza dubbio una siituazione un pò complicata, ma, come sempre in questi casi, per non “perderci la testa” bisogna sempre partire dall’analisi dei dati obiettivabili.
        Nel tuo caso, tutti gli esami di laboratorio e strumentali, numerosi, esaustivi e completi, non hanno evidenziato nulla di anormale, e quindi, a fronte di una sintomatologia clinica molto varia ed ondulante, bisognerebbe, a mio modesto avviso, orientarsi su un problema di origine “sovrastrutturale”, cioè più funzionale che fisico, ed in questo senso mi sembrerebbe oppotuno riprendere il tentativo terapeutico per la cefalea proposta da uno dei neurologi consultati.

        Cerca comunque di stare il più possibile tranquilla, perchè senz’altro non hai nessuna delle più gravi patologie neurologiche che hai paventato!

        Ciao!

        #3189
        carter
        Moderatore
          Up
          0
          Down
          ::
          #13667
          ibba
          Membro
            Up
            0
            Down
            ::

            Grazie mille per la risposta, leggere la mia mail deve esser stata un’impresa… ne ho fatti di giri! Vorrei recuperare la tranquillità e questa febbricola, la spossatezza e i dolori non me lo permettono. E’ la febbre ad avermi fatto dubitare dell’ipotesi emicrania ed il fatto che tutto sommato i mal di testa non mi son sembrati il problema più frequente. La paura è ancora tanta,spero di sentirmi presto meglio e poter archiviare questo periodo, grazie
            Ciao

          Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
          • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.