Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Post
  • #4252
    Up
    0
    Down
    ::

    Buonasera, sono nuova del sito e spero di essere nella pagina per sottoporvi il seguente quesito.
    Mi è stata diagnosticata una artrite reumatoide autoimmune sieronegativa e il reumatologo mi ha prescritto reumaflex iniezioni sottocutanee, dosaggio 7,5 mg.
    Lo stesso farmaco lo aveva assunto mia sorella e durante il trattamento si è ammalata di tumore al seno, malattia che i medici hanno ricondotto all’uso del reumaflex. nonostante la sospensione del farmaco e le cure, mia sorella non c’è più. Io sono monorene. il rene destro mi è stato asportato nel 2006 a causa di un tumore maligno. non hanno fatto seguito terapie e a oggi non ci sono recidive. sono “portatrice” di altre patologie: adenoma ipofisario, morbo di basedow e hashimoto, diabete tipo 2, attualmente silente grazie al bypass gastrico praticato nel 2007 e ho subito una isterectomia con asportazione dell’ovaio dx per una endometriosi diffusa a tutto l’intestino. quello che mi preme sapere è se l’uso del farmaco possa essere controindicato per me, visto che ho già avuto una patologia tumorale. il reumatologo dice che posso stare tranquilla perché il farmaco è ampiamente usato ma sono le stesse parole che dicevano a mia sorella e visto che io un tumore l’ho già avuto vorrei avere maggiori informazioni. vi ringrazio per quanto potrete dirmi. saluti

    #14611
    sanmag
    Amministratore del forum
      Up
      0
      Down
      ::

      Da quello che racconti, tecnicamente non ci sono controindicazioni all’uso di metotrexato (Reumaflex), infatti pur essendo monorene, la tua funzionalità renale non sembra compromessa.
      Qui sotto riporto un estratto della Scheda Tecnica del farmaco:

      quote :

      04.3 Controindicazioni – Inizio Pagina

      Reumaflex è controindicato in caso di ipersensibilità al metotrexato o a uno degli eccipienti, insufficienza epatica (si veda la sezione 4.2), abuso di alcool, grave insufficienza renale (clearance della creatinina inferiore a 20 ml/min., si vedano le sezioni 4.2 e 4.4), discrasie ematiche preesistenti quali ipoplasia del midollo osseo, leucopenia, trombocitopenia o anemia importante, infezioni gravi, acute o croniche quali tubercolosi, HIV o altre sindromi da immunodeficienza, ulcere della cavità orale e storia di ulcera gastrointestinale attiva, gravidanza, allattamento (si veda la sezione 4.6), vaccinazione concomitante con vaccini vivi.

      Tuttavia il metotrexato è un farmaco che può causare numerosi effetti indesiderati e, come del resto per tutti i farmaci, il suo uso deve essere sempre seguire un’attenta valutazione dei rischi e dei benefici. Ogni medico all’atto della prescrizione di ogni farmaco è tenuto a valutarne il rapporto rischio/beneficio.

      Nello specifico, ti riporto alcuni effetti collaterali dalla Scheda tecnica (non tutti) che possono interessarti:

      quote :

      Non comuni (da 1 caso su 100 a 1 caso su 1.000): artralgia, mialgia, osteoporosi.
      Neoplasie benigne, maligne e non classificate (compresi cisti e polipi).
      Diabete mellito scompensato.

      Molto rari (meno di 1 caso su 10.000): sono stati riportati numerosi casi individuali di regressione dei linfomi dopo l’interruzione del trattamento con metotrexato. In uno studio recente, non è stato possibile stabilire se la terapia con metotrexato aumenta l’incidenza dei linfomi

      Detto questo, ovviamente non posso valutare in alcun modo se l’uso di questo farmaco sia o no appropriato per te: devi affidarti al tuo medico che ti conosce, che ti ha visitato, che è in grado di valutare i tuoi sintomi e la tua malattia attuale.

      In bocca al lupo!

      #14614
      Up
      0
      Down
      ::

      GRAZIE PER LA SPIEGAZIONE ESAURIENTE……..DECIDERO’ COSA FARE…

    Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
    • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.